Latest Posts

Cultura gastronomica medievale

Banchettando

Il cuoco medievale non era libero di scegliere le pietanze da inserire in un menù: doveva, in primis, ascoltare il proprio padrone, assecondandone i gusti e poi seguire i complicatissimi dettami dei physici: …il cuoco medievale prendeva decisioni ed operava scelte che richiedevano spesso considerazioni che andavano al di là della mutevole, soggettiva notazione di […]

Cultura gastronomica medievale

Piccola frittura da intermezzo culinario

Frictellas a fricto dici nulla ratio obstat Platina, De honesta voluptate et valetudine, 1475 ca. Quindi…. chiamiamo con convinzione frittella tutto ciò che viene fritto. E quanto si frigge nel Medioevo e per tutto il Rinascimento, praticamente tutto quello che può venire in mente al cuoco: carne, pesce, verdura, frutta, formaggio, variamente assemblati, insaporiti e […]

Cultura gastronomica medievale

Un pane maraviglioso

Nell’Alto Medioevo ci fu un crollo della produzione di frumento, passando da un’economia di mercato ad una di sussistenza. Si coltivano cereali inferiori come segale, orzo, spelta, miglio, panico e sorgo…. Il frumento serve a preparare un pane bianco e fragrante, cibo per ricchi e potenti. Con l’orzo, invece, si fa un pane di scarsa […]